ACCONTO IVA 2014 entro il 29 dicembre

Scade il 29 dicembre 2014 il termine scade il giorno per il versamento dell’acconto IVA in quanto il 27 dicembre cade di sabato. 
Il contribuente tenuto al versamento dell’acconto ha a disposizione tre modalità di determinazione dello stesso: 
1) METODO STORICO. prevede il pagamento dell’88% di quanto pagato nella liquidazione IVA del quarto trimestre 2013 (da calcolare sommando l’acconto versato e il saldo versato l’anno successivo); 
2) METODO PREVISIONALE si versa l’88% dell’IVA effettivamente dovuta sul mese di dicembre 2014 o sul quarto trimestre 2014 (calcolo in via generale difficile da ipotizzare con il rischio di versare un acconto di valore inferiore al dovuto); 
3) METODO ANALITICO si versa il 100% dell’IVA a debito dovuta in riferimento alle operazioni effettuate fino al 20.12.2014. 
Se si utilizza quest’ultimo metodo occorre considerare: 
a) l’IVA A DEBITO e a CREDITO relativa alle operazioni annotate dal 01.12 al 20.12.2014 (se contribuenti con liquidazione mensile) ovvero dal 1.10 – 20.12.2014 (nel caso di contribuenti con liquidazione trimestrale); 
b) l’IVA relativa agli acquisti e alle vendite effettuate ma non ancora fatturate e/o registrate. 
L’Acconto IVA non si può rateizzare, dunque, in caso di impossibilità al pagamento, la norma dispone che, in caso di omesso, insufficiente o tardivo versamento dell’acconto IVA, trova applicazione la sanzione amministrativa pari al 30% dell’importo non versato. 
I contribuenti che non effettueranno il versamento entro il termine del 29.12.2014 possono comunque ricorrere alla procedura del ravvedimento operoso (sempre che non siano già iniziati accessi, ispezioni, verifiche ecc.).