Agenzia delle Entrate: entro il prossimo 31 maggio 2016 riammissione alla rateizzazione dei contribuenti decaduti

Agenzia delle Entrate: entro il prossimo 31 maggio 2016 riammissione alla rateizzazione dei contribuenti decaduti
Recentemente  l’Agenzia delle Entrate ha confermato che è possibile essere riammessi alla dilazione dei piani rateali per i quali i contribuenti erano decaduti nei 36 mesi antecedenti al 15 ottobre 2015.

Più precisamente:

  1. rientrano nella riammissione le sole dilazioni relative a accertamento con adesione, acquiescenza, adesione ai verbali di constatazione e adesione agli inviti al contraddittorio;
  2. il beneficio riguarda le sole imposte dirette, per cui le imposte sui redditi, le addizionali e l’IRAP, e non, per esempio, anche l’IVA, sebbene l’adesione avesse riguardato pure tale imposta;
  3. il contribuente, per essere ammesso al beneficio, deve pagare, scorporando quanto dovuto per l’IVA (a titolo di imposta, sanzioni e interessi), l’ultima rata, ovvero la rata il cui mancato pagamento ha dato origine alla decadenza, con le medesime modalità di pagamento e indicando gli stessi codici tributo, entro il 31 maggio 2016;
  4. per effetto della riammissione, viene meno la sanzione del 60% calcolata sui residui importi dovuti a titolo di imposta (eccezion fatta per l’IVA), e lo stesso di casi per gli eventuali interessi di mora e da dilazione dei ruoli mentre non vengono meno gli aggi di riscossione.