Anatocismo bancario – Cos’è – Come difendersi

Anatocismo bancario – Cos’è – Come difendersi

L’anatocismo è il fenomeno del calcolo degli interessi sugli interessi maturati.

L’anatocismo si verifica quando il saggio di interessi viene applicato non solo al capitale, ma al capitale

con gli interessi già maturati in precedenza.

Le banche negli anni hanno applicato questo meccanismo in modo illegittimo capitalizzando trimestralmente

interessi contrattuali calcolando su questi ulteriori interessi in conseguenza della continuità del rapporto di conto corrente.

L’uso bancario di calcolare gli interessi sugli interessi è stato riconosciuto, da varie sentenze, illegittimo

in quanto le clausole che stabiliscono questa capitalizzazione non rispondono a un uso normativo ma negoziale e quindi in contrasto con i principi sanciti dal nostro ordinamento.

La possibilità dei correntisti di far valere il loro diritto di ottenere la restituzione di queste somme versate illegittimamente decorre dalla data di risoluzione del rapporto con la banca o dal momento del pagamento finalizzato alla copertura del passivo e si prescrive in 10 anni.

Il correntista quindi potrà richiedere alla banca la restituzione delle somme così versate quando con questa sussistevano contratti di affidamento in conto corrente, per sconto di effetti, portafoglio s.b.f., anticipi su fatture, riporti, anticipazioni garantite etc..

Se ritieni di subire o di avere subito il fenomeno dell’anatocismo chiamaci per una consulenza al n. 340 2601588.