Auto storiche tra 20 e 30 anni: il bollo va pagato

La Legge di stabilità ha disposto che, con decorrenza 1 gennaio 2015, non potranno più godere dell’esenzione dal bollo auto i veicoli (sia autoveicoli che motoveicoli) con più di vent’anni: 

  1. costruiti specificamente per le competizioni;
  2. costruiti a scopo di ricerca tecnica o estetica;
  3. costruiti in vista di partecipazione ad esposizioni o mostre;
  4. che rivestono un particolare interesse storico o collezionistico in ragione del loro rilievo industriale, sportivo, estetico o di costume, che non appartengono a nessuna delle fattispecie sopra elencate. 

Continueranno, invece, a godere dell’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica i i veicoli ed i motoveicoli, esclusi quelli adibiti ad uso professionale, costruiti da almeno trent’anni. 

Pertanto i cittadini possessori di auto storica tra i venti e i trenta anni sono obbligati al pagamento del bollo auto 2015, a prescindere quindi da qualsiasi diversa decisione regionale.