Bonus facciate: chiarimenti Agenzia Entrate

Bonus facciate: chiarimenti Agenzia Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha fornito alcune precisazioni in relazione all’applicazione del bonus facciate.

Interventi ammessi

In particolare ha chiarito che sono ammessi al beneficio le spese per i lavori riconducibili ai parapetti sull’involucro esterno visibile dell’edificio.

Per quanto riguarda il rifacimento delle tende avvolgibili può essere ammessa solo se il rifacimento risulta aggiuntivo all’intervento edilizio di cui al punto precedente.

Impianto d’illuminazione

Relativamente all’impianto di illuminazione l’Agenzia delle Entrate ritiene che le spese per l’installazione di un sistema di illuminazione della facciata non possano rientrare tra gli interventi edilizi per i quali spetta l’agevolazione.

Incentivo

Ricordiamo che l’incentivo consiste nella detrazione IRPEF/IRES pari al 90% delle spese sostenute senza limite massimo di spesa:

L’agevolazione spetta con riferimento ai lavori finalizzati al recupero o al restauro della facciata esterna di edifici esistenti, parti di edifici esistenti o su unità immobiliari esistenti di qualsiasi categoria catastale, compresi quelli strumentali.

L’agevolazione spetta per i lavori svolti sulle strutture opache, balconi, ornamenti e fregi, quindi sull’involucro esterno e visibile dell’immobile.

A titolo esemplificativo, possono beneficiare dell’incentivo lavori sulle grondaie, pluviali, parapetti, cornicioni e parti impiantistiche che insistono sulla facciata (comprese perizie, sopralluoghi, rilascio APE, ponteggi e materiali rimossi per eseguire i lavori).