Decreto Semplificazioni Fiscali

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n. 277 del 28.11.2014) il Decreto Legislativo n. 175 del 21.11.2014 in materia di semplificazioni fiscali. 
Con tale decreto vengono introdotte alcune semplificazioni in materia di adempimenti fiscali. 
Tra gli interventi più rilevanti ricordiamo: 
  • l’innalzamento della soglia di non obbligatorietà della comunicazione black list da 500 a 10.000 euro (previsione applicabile sin dal 2014), nonché il passaggio della cadenza dell’adempimento da mensile/trimestrale ad annuale.

A partire dal 2015 viene previsto:

  • l’invio dei modelli 730 precompilati a tutti i contribuenti 
  • revisione dei compensi spettanti a sostituti d’imposta, CAF e professionisti per l’invio telematico delle dichiarazioni (disposizioni che dovranno essere attuate con appositi decreti). 

Tra le altre novità segnaliamo le seguenti: 

1) innalzamento della soglia per la detraibilità dell’IVA sugli omaggi a 50 euro; 
2) semplificazione dei rimborsi IVA fino a 15.000 euro; 
3) vengono aboliti alcuni modelli specifici per accedere a regimi fiscali opzionali (consolidato nazionale, trasparenza fiscale, tonnage tax); 
4) estensione del periodo di osservazione per l’applicazione della disciplina delle società in perdita sistemica (da 3 a 5 anni); 
5) l’iscrizione all’archivio VIES avviene con opzione all’atto di attribuzione della partita IVA (non sarà più necessario attendere che trascorrano 30 giorni dalla manifestazione dell’opzione); 
6) viene eliminata la responsabilità solidale negli appalti prevista dal DL n. 223/2006, sostituita per effetto di un’integrazione al D.Lgs. n. 276/2003; 
7) per le operazioni in regime di non imponibilità IVA, effettuate nel 2015 nei confronti degli esportatori abituali, i soggetti fornitori dei medesimi non dovranno più trasmettere all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle lettere di intento ricevute.

PER MAGGIORI APPROFONDIMENTI 
SI RIMANDA ALLA LETTURA DELLA 
CIRCOLARE ALLEGATA