Equitalia: per i piani decaduti nuova chance di rateazione

Con il DL Milleproroghe (DL n. 192 del 31.12.2014, convertito in legge n. 11 del 27.02.2015) il legislatore ha reintrodotto la possibilità di accedere alla dilazione di pagamento da parte dei contribuenti decaduti da un precedente piano di rateazione.


L’istituto, originariamente introdotto con l’articolo 11 bis del DL n. 66 del 24.04.2014, prevedeva che nell’ipotesi in cui il contribuente fosse decaduto dal beneficio di rateazione, questo potesse accedere su istanza ad un nuovo piano di rateazione. 
Con il DL milleproroghe convertito viene stabilito che: 
  • sono interessati dal nuovo piano di agevolazione le ipotesi di decadenza intervenuta entro e non oltre il 31.12.2014; 
  • la nuova dilazione viene concessa se la richiesta viene presentata entro e non oltre il 31.07.2015. 
Relativamente a tale possibilità, si deve, inoltre, evidenziare che il nuovo piano di rateazione non deve riguardare obbligatoriamente tutti gli importi oggetto della riscossione: la domanda potrà essere presentata anche con esclusivo riferimento ad una sola cartella di pagamento. 
Di conseguenza, l’agente della riscossione non potrà negare la richiesta di dilazione solo perché il contribuente non intende pagare l’intero debito.
                   IPOTESI STRAORDINARIA DI RATEAZIONE DEI DEBITI TRIBUTARI
Condizioni
Il contribuente deve essere decaduto dal beneficio della rateazione alla data del 31.12.2014.
Caratteristiche della nuova rateazione in deroga
Numero massimo di rate fissato a 72, non è possibile dilazionare il pagamento in 120 rate.
Non viene prevista la possibilità di prorogare la dilazione del pagamento.
Il piano di rateazione decade nel caso in cui non vengono pagate almeno due rate consecutive.