EQUITALIA: Rateazione-bis entro il 31 luglio 2015

Equitalia offre la possibilità di pagare le cartelle esattoriali a rate fino ad un massimo di 10 anni. 

In particolare, si può scegliere tra rate fisse o crescenti e nel caso di debiti inferiori a 50.000 euro si può richiedere la dilazione con una domanda semplice ottenendo così l’accesso automatico al piano ordinario fino ad un massimo di 72 rate, senza allegare alcuna documentazione. 
Diverso il discorso per debiti di importi superiori a 50.000 euro per cui è necessario presentare alcuni documenti che comprovino lo stato di difficoltà economica e la situazione familiare del contribuente, al fine di poter chiedere e ottenere un piano dilatorio fino a 120 rate. 
Accanto a questa facoltà di rateizzare i debiti fiscali, il Legislatore ha previsto una chance ulteriore anche per chi ha già beneficiato della rateizzazione ma è decaduto per mancato pagamento di 8 rate (anche non consecutive). 
Si tratta della rateazione-bis prevista in origine con il D.L. 66 del 2014 (il decreto IRPEF) e riproposta con il Milleproroghe (D.L. 192/2015 convertito in Legge n. 11/2015).