Infiltrazioni d’acqua dal tetto condominiale. Risarcimento del danno per mancata locazione

Una sentenza del Tribunale di Livorno ha stabilito che il proprietario di un appartamento locato, reso inagibile dalle infiltrazioni di acqua piovana dal tetto condominiale,  ha diritto ad essere risarcito nel caso in cui l’inquilino abbandoni l’appartamento danneggiato o nel caso in cui, a causa dei suddetti danni, risulti impossibile locare l’abitazione.

Il risarcimento per i danni dovuti all’infiltrazione sarà proporzionato ai giorni in cui non è stato possibile godere dell’appartamento allagato.

Ad esempio: Il giudice dovrà valuterà la spesa che ha dovuto sostenere il titolare dell’immobile per una camera di albergo o un’abitazione d’emergenza, oltre ovviamente ai disagi conseguenti.
So potrà richiedere anche l’indennizzo per i danni ai mobili, all’intonaco danneggiato, ecc.
La responsabilità per i danni provenienti dalle parti comuni dell’edificio è sempre del condominio.