L’ amministratore non può aumentare il proprio compenso

Il compenso dell’amministratore deve essere deliberato in via preventiva dall’assemblea di condominio.

Questo avviene, normalmente, all’accettazione della nomina o nel momento del suo rinnovo.
L’amministratore, in quella sede,  deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l’importo dovuto a titolo di compenso per l’attività svolta”.
L’onorario dell’amministratore è individuato, in modo definitivo, al momento della nomina, quindi, dopo la nomina non è possibile più procedere ad integrazioni. 
Questo a tutela dei proprietari che vengono protetti da eventuali “richieste” extra dell’amministratore.