Misure a sostegno della genitorialità

Misure a sostegno della genitorialità

La Legge di bilancio 2017 dispone la proroga di alcune agevolazioni a favore della genitorialità:

  1. il congedo obbligatorio del padre lavoratore;
  2. i voucher baby sitting ed il contributo per gli asili nido.

Viene introdotto, a partire dall’1.1.2017,   il premio alla nascita di 800,00 euro, che:

  1. può essere richiesto dalle future mamme al compimento del settimo mese di gravidanza o all’atto dell’adozione, presentando all’INPS un’apposita domanda;
  2. è corrisposto in un’unica soluzione, indipendentemente dal reddito del richiedente;
  3. non concorre alla formazione del reddito complessivo di cui all’art. 8 del TUIR.

Viene anche istituito un buono di 1.000,00 euro per sostenere le famiglie con figli di età compresa tra 0 e 3 anni, nati a partire dall’1.1.2016 e affetti da gravi patologie croniche.

L’agevolazione è spendibile per il pagamento delle rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati, nonché per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione, previa presentazione, da parte del genitore richiedente, dell’idonea documentazione che attesti l’iscrizione e il pagamento della retta alle strutture indicate.

Il buono non è cumulabile:

  • con la detrazione IRPEF del 19%  per le spese documentate sostenute dai genitori per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido per un importo complessivamente non superiore a 632,00 euro annui per ogni figlio ospitato negli stessi;
  • con i contributi concessi alla madre lavoratrice, finalizzati all’acquisto di servizi di baby-sitting (voucher baby sitting) o necessari a fronteggiare gli oneri della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati.