Revoca dell’amministratore di condominio anche senza giusta causa

La legge stabilisce che l’assemblea è libera di revocare, in qualsiasi momento,  l’amministratore di condominio senza dover fornire motivazioni o spiegazioni.
La revoca può avvenire anche senza giusta causa  e in assenza di comportamenti colpevoli dell’amministratore.
Ad esempio può essere revocato perché i suoi compensi troppo onerosi.
Nel caso di revoca prima della fine del mandato all’amministratore spetta tutto il compenso pattuito.
Le maggioranze previste per la revoca sono le stesse occorrenti per la nomina (maggioranza degli intervenuti, e almeno 500 millesimi).