Schede Carburante. Contenuti e Validità

La scheda carburante rappresenta il documento con il quale certificare gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati, dai soggetti passivi IVA nell’esercizio di impresa, arte o professione.
Per poter dedurre il costo del carburante è indispensabile effettuare una corretta compilazione della scheda.
Nei casi in cui viene utilizzata la scheda carburante, è vietata l’emissione della fattura di vendita da parte dell’esercente la stazione di servizio, in quanto le annotazioni sulle schede carburanti sono sostitutive di tale documento.
La scheda Carburante deve essere redatta con cadenza mensile o trimestrale, essa deve presentare i dati di seguito riepilogati:
  • estremi di identificazione del veicolo;
  • estremi di identificazione del soggetto Iva che acquista il carburante;
  • numero dei chilometri rilevabile, alla fine del mese o del trimestre, dal contachilometri (indicazione non necessaria per i professionisti);
  • data del rifornimento;
  • ammontare del corrispettivo totale corrisposto dal cliente (al lordo dell’Iva) per ogni singolo rifornimento;
  • estremi identificativi e l’ubicazione dell’impianto di distribuzione (normalmente mediante apposizione del timbro);
  • firma di convalida della regolarità dell’operazione di acquisto da parte del gestore.